Newsletter
Il Black Box sito web utilizza i cookie.
Continuando ad utilizzare il Black Box sito web oppure premendo il pulsante Accetto sulla destra dai il tuo consenso all’utilizzo dei cookie su questo sito web. Ulteriori informazioni.
Home > Informazioni > Documenti e Informazioni > Case Studies > KVM nelle riprese esterne - massima flessibilità in un ingombro ridotto
Navigazione
 

KVM nelle riprese esterne: massima flessibilità in un ingombro ridotto

SFIDA

Al momento della costruzione di un’unità mobile per riprese esterne, gli operatori di ripresa e le società di produzione si trovano sempre a dover affrontare la sfida rappresentata da tre fattori chiave: peso, spazio e funzionalità. Recentemente una importante emittente pubblica tedesca stava cercando di modernizzare un’unità mobile per riprese esterne ormai obsoleta e si è rivolta a Black Box per una soluzione KVM innovativa in grado di semplificare l’integrazione nell’infrastruttura esistente e di garantire l’eccellenza in termini di prestazioni e di flessibilità.

Avendo visto all’opera la piattaforma KVM Emerald® di Black Box in un altro stabilimento, l’emittente si è affidata a Black Box fin dal processo di progettazione. La soluzione identificata è in grado di supportare un’agile produzione HD, il futuro 4K e il collegamento con macchine virtuali.

SOLUZIONE

In sostituzione di una vecchia matrice KVM analogica, l’apparecchiatura Black Box installata nell’unità mobile per riprese esterne appena rinnovata comprendeva ricevitori Emerald SE, trasmettitori Emerald Zero U, uno hub di alimentazione centrale nonché un sistema di gestione KVM Boxilla® centralizzato per controllare e amministrare il setup con la massima semplicità. Una licenza per Emerald Remote App ha fornito agli operatori un pratico accesso a server virtuali e fisici remoti senza bisogno di un’unità ricevente hardware aggiuntiva. Tutti i componenti sono stati installati direttamente all’interno dei cabinet di rete dell’unità mobile per riprese esterne. Poiché l’intera famiglia Emerald si basa sul protocollo IP, queste soluzioni sono state integrate senza alcun problema nell’infrastruttura di rete esistente.


Il sistema KVM Emerald consente agli operatori di condividere e controllare computer locali all’interno dell’unità mobile garantendo al contempo l’accesso a PC, server e macchine virtuali remoti che si trovano nella sede centrale dell’emittente ovunque ci si trovi tramite Internet. Il sistema KVM gioca inoltre un ruolo fondamentale nella riduzione del numero di monitor e di tastiere necessari, liberando quindi spazio prezioso all’interno dell’unità mobile e riducendone il peso.

RISULTATI

In sostituzione ai vecchi switch a matrice KVM, i sistemi KVM Emerald di Black Box creano lo spazio desiderato all’interno dell’unità mobile riducendone al contempo il peso complessivo. Grazie ad un’estensione e ad uno switching affidabili e flessibili di segnali video, audio, USB e seriali attraverso server locali e remoti, gli operatori possono accedere istantaneamente a qualsiasi dispositivo di cui hanno bisogno da qualsiasi postazione di lavoro all’interno del veicolo.

Con un dongle il cui design ne consente il collegamento direttamente a computer all’interno dei cabinet di rete, i trasmettitori Emerald Zero U riducono quanto più possibile i requisiti di spazio. Il funzionamento intuitivo dei sistemi Emerald consente agli operatori con qualsiasi livello di abilità tecnica di sfruttare al meglio i sistemi appena installati.

Emerald Remote App di Black Box supporta una semplice amministrazione da parte di specialisti IT che lavorano ovunque tramite una connessione WAN. L’installazione dell’app su un laptop insieme ad una connessione VPN garantisce agli amministratori l’accesso sicuro che necessitano senza bisogno di altro hardware.

In quanto soluzione IP-based, il sistema KVM Emerald garantisce una flessibilità molto maggiore per le attuali produzioni da remoto, unitamente alla scalabilità fondamentale per le espansioni o per gli upgrade futuri. Il sistema è interamente aggiornabile da HD a 4K, per cui tutte le funzionalità della matrice vengono preservata con modifiche minime qualora in futuro l’emittente scegliesse di aggiornare postazioni di lavoro e computer individuali passando al 4K.



Share |