Newsletter
The Black Box website uses cookies.
By continuing the use of the Black Box website, or by pressing the agree button on the right, you consent to the use of cookies on this website. Ulteriori informazioni.
Home > Soluzioni > Per Industria > Sanità > Soluzioni KVM per ambienti medici > Case Study: Medical Centre with MRI
Navigazione
 

Sanità

Case Study: centro medico con risonanza magnetica

KVM for MRI at a medical centre

Invia immagini ad alta definizione su lunghe distanze e a più utenti

Background

La risonanza magnetica è un sistema avanzato per localizzare i cambiamenti patologici degli organi interni del corpo. Usa campi magnetici e onde radio per creare immagini dettagliate di altissima qualità dei singoli organi, delle articolazioni e dei tessuti. Gli scanner per la risonanza magnetica offrono varie angolazioni e, in alcuni casi, localizzano, estendono e visualizzano le cause in modo migliore rispetto ai metodi tradizionali (come i raggi X o gli ultrasuoni).

In un centro medico, le apparecchiature per la risonanza magnetica devono cooperare con le varie stazioni per la diagnosi e per i trattamenti chirurgici. Al posto delle solite stampe, queste immagini saranno distribuite elettronicamente ai radiologi, ai chirurghi, alle sale meeting e operatorie, unitamente alla cartella clinica elettronica del paziente.


Requisiti

Era cruciale per un centro medico avere una riproduzione delle immagini dai pixel perfetti in tutti i punti, visto che la perdita di pixel poteva portare a una diagnosi sbagliata. Visto che l’area ospedaliera è abbastanza grande, le immagini devono essere inviare su lunghe distanze fino a più di un chilometro. Inoltre, le interferenze elettromagnetiche potrebbero causare dei problemi per la trasmissione elettronica e causare una perdita di qualità dell’immagine. Il nuovo sistema di distribuzione doveva includere complessivamente quattro server per immagini per un totale di 22 stazioni distribuite in tutto il campus. Oltre alle immagini, i segnali della tastiera e del mouse delle console utenti dovevano essere estesi per permettere al personale di aggiungere note ai file dei pazienti.


Soluzione

La lunga distanza richiesta e l’ambiente ricco di interferenze hanno portato a una soluzione con cavi in fibra ottica per la trasmissione. La tecnologia a fibra ottica si basa su impulsi di luce ed è completamente immune a tutte le interferenze elettromagnetiche. Inoltre, le fibre ottiche di Black Box permettono di raggiungere distanze maggiori rispetto a un’infrastruttura CATx, senza alcuna perdita di qualità del segnale.

Per distribuire le immagini e i dati periferici, Black Box ha optato per il DKM FX Compact Matrix Switch con SFP a 32 fibre come switch centrale. Il DKM FX offre un accesso affidabile a video digitali di alta qualità e in tempo reale e a numerose periferiche in tutto il campus. Questo switch incanala le risoluzioni DisplayPort 1.1 fino a risoluzioni RGB 3:3:3 e HDMI o DVI con Full HD 1080 p.

I punti distribuiti sono connessi grazie agli estensori modulari DKM FX che offrono le interfacce e le estensioni di segnale necessarie a seconda del singolo punto. Quattro sale operatorie, ognuna dotata di quattro grandi display HDMI, ricevono le immagini richieste tramite gli estensori con video quad-head dai pixel perfetti. Un ulteriore accesso con tastiera e mouse permette al team di protocollare il processo operativo. Le due sale meeting ricevono tutti i dati richiesti dai server per immagine e per i dati dei pazienti. Gli estensori HDMI DKM FX dual-head presentano un pieno controllo USB-tastiera/mouse e mostrano le immagini su due display LCD 40”. Per le stazioni e l’archivio dati dei pazienti, gli estensori offrono immagini di altissima qualità e controllo tastiera/mouse USB così come l’estensione USB 2.0 per i lettori dei codici a barre e l’accesso alle stampanti.

I centri medici che hanno già usato questa tecnologia sono rimasti sorpresi dall’elevata qualità delle immagini diagnostiche e il design all’avanguardia del sistema DKM FXC. Lo switch DKM FX dà luogo ad altre possibili espansioni grazie alle porte non utilizzate o all’opzione a cascata. Le prese di alimentazione doppia offrono la massima disponibilità del sistema, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Gli estensori DKM FX si possono adattare alle esigenze future semplicemente riposizionando le schede già in uso, se nuove, o si possono modificare cambiando le interfacce, i canali e i formati video o le periferiche aggiuntive.


KVM for MRI application diagram


Schema applicativo

1. DKM FX Compact Matrix Switch, in fibra, a 32 porte

Lo switch DKM FX offre uno switching trasparente e connessioni ai trasmettitori e ricevitori DKM FX su fibra multimode o single-mode.

2. Amministrazione e archivio

La console utente con schermo singolo HDMI, tastiera USB e mouse sono collegati tramite un ricevitore FX DKM compatto allo switch centrale DKM FX con una fibra multimode.

3. Immagini diagnostiche

Quattro schermi HDMI, tastiera USB e mouse sono collegati tramite un ricevitore modulare a 4 porte DKM FX allo switch centrale DKM FX con quattro fibre single-mode. I due server per immagini sono collegati tramite un trasmettitore modulare a 2 porte DKM FX allo switch centrale DKM FX con due fibre single-mode.

4. Sale operatorie

Quattro schermi HDMI, tastiera USB e mouse sono collegati tramite ricevitore a 4 porte DKM FX allo switch centrale DKM FX con quattro fibre single-mode.

5. Sale meeting

Schermi HDMi 40”, tastiera USB e mouse sono collegati tramite un ricevitore a 2 porte modulare DKM FX allo switch centrale DKM FX con due fibre multimode.

6. Reparti ospedialieri

La console utente con schermo singolo HDMI, tastiera e mouse e ulteriori periferiche USB (scanner per codici a barre e stampanti) sono collegati tramite un ricevitore compatto FX allo switch centrale DKM FX con una fibra multimode. I server per i dati dei pazienti sono collegati al sistema centrale attraverso un trasmettitore compatto DKM con una fibra multimode.


Share |