Newsletter
The Black Box website uses cookies.
By continuing the use of the Black Box website, or by pressing the agree button on the right, you consent to the use of cookies on this website. Ulteriori informazioni.
Home > Informazioni > Risorse Tecnologiche > Spiegazioni Black Box > Fibre Optic Cable > Confronto tra cavo in fibra ottica multimodale e monomodale
Navigazione
 
Confronto tra cavo in fibra ottica multimodale e monomodale

Confronto tra cavo in fibra ottica multimodale e monomodale

Black Box spiega

Qual è la differenza tra cavo in fibra ottica multimodale e monomodale?

Cavo in fibra multimodale

Il cavo in fibra ha un nucleo di diametro ampio che consente il passaggio della luce in diverse modalità. Ciò significa che si possono trasmettere più tipologie di dati.

Il multimodale prevede nuclei di due dimensioni e cinque varianti: OM1 62,5 micron, OM2 50 micron, OM3 50 micron, OM4 50 micron e OM5 50 micron (OM significa "optical mode, modalità ottica"). Hanno tutti un rivestimento con lo stesso diametro di 125 micron, sebbene il cavo in fibra da 50 micron abbia un nucleo più piccolo (la parte di fibra che trasporta la luce).

Confronto tra nucleo multimodale e monomodale

Sebbene siano tutti utilizzabili in modo analogo, i cavi da 50 micron, in particolare OM5 e OM3 e OM4 con ottimizzazione laser, forniscono lunghezze di collegamento maggiori e/o velocità superiori, oltre a essere raccomandati per applicazioni in locali chiusi (collegamenti backbone, orizzontali e tra edifici) e considerati per nuovi impianti. OM3, OM4 e OM5 sono inoltre utilizzabili con LED e sorgenti luminose laser.

I cavi multimodali sono disponibili in diversi colori che ne facilitano il riconoscimento. OM3 è solitamente acqua; OM4 è talvolta viola erika (noto anche come viola nel Regno Unito) per distinguerlo da OM3; la fibra multimodale di ultima generazione, OM5, è verde lime.

Cavo in fibra monomodale

Contrariamente ai multimodali, il cavo in fibra monomodale prevede una sola modalità di propagazione: un'unica lunghezza d'onda della luce nel nucleo della fibra. Come avviene con un cavo multimodale, ciò indica l'assenza di interferenza o sovrapposizione tra diverse lunghezze d'onda della luce in grado di distorcere i dati a lunga distanza.

Confronto tra lunghezze d'onda della luce monomodale o multimodale

Il cavo monomodale (OS2) ha un minuscolo nucleo di vetro (8-10 micron) molto più piccolo del multimodale, e un solo percorso luminoso o modalità di propagazione (OS significa "optical single-mode, monomodale ottica"). Con una sola lunghezza d'onda di luce passante nel nucleo, la fibra monomodale riallinea la luce verso il centro del nucleo, invece di farla semplicemente rimbalzare dal bordo del nucleo come nella multimodale. OS1 si applica al cavo tight buffer all'interno dell'impianto, mentre OS2 si applica ai cavi dei tubi allentati.

Il cavo monomodale è quasi sempre giallo, quindi facile da individuare.

Confronto tra distanze nella fibra ottica multimodale e monomodale

La fibra multimodale ha una distanza massima molto più corta rispetto alla fibra monomodale, che la rende una valida opzione per applicazioni in locali chiusi. La fibra monomodale può raggiungere o superare i 40 km, senza compromettere il segnale, quindi ideale per applicazioni a lungo raggio.

Confronto tra larghezze di banda nella fibra ottica multimodale e monomodale

La fibra monomodale ha una larghezza di banda nettamente maggiore della fibra multimodale. Si può utilizzare una coppia di filamenti in fibra monomodale full-duplex fino al doppio del volume di trasmissione del cavo in fibra multimodale. Lunghezze e velocità dei cavi monomodali sono raggiungibili in quanto la trasmissione luminosa monomodale annulla il ritardo di modo differenziale (DMD) cioè il principale fattore di limitazione della larghezza di banda della multimodale.

Confronto tra prezzi della fibra ottica multimodale e monomodale

I costi dei cavi multimodali e monomodali si equivalgono. I sistemi in fibra multimodale sono tuttavia molto più economici rispetto ai sistemi in fibra monomodale e ritenuti più convenienti nella giusta applicazione. Ciò è dovuto al prezzo inferiore di componenti e ricetrasmettitori multimodali, generalmente due-tre volte meno costosi dei ricetrasmettitori monomodali. Inoltre, l'acquisto e la taratura dei componenti dei LED utilizzati come ottiche di trasmettitori in dispositivi multimodali sono più economici.


Conclusione: Confronto tra cavi in fibra ottica multimodale e monomodale

La scelta del cavo in fibra ottica adatto dipende dalle esigenze di una determinata applicazione.

La fibra multimodale è perfetta per applicazioni su distanze inferiori e larghezze di banda di capacità minore in applicazioni generiche dati e voce, come l'aggiunta di segmenti a una rete esistente. Questo dipende dalle velocità minori della larghezza di banda e dalla distanza massima inferiore.

La fibra monomodale è ideale per collegamenti di rete a lungo raggio con larghezza di banda elevata, distribuiti su vaste aree, come TV via cavo, backbone di campus, applicazioni in grandi aziende e telecomunicazioni. Ciò è dovuto alle alte velocità della larghezza di banda e alla distanza massima maggiore o uguale a 40 km.

Parametri prestazionali di trasmissione del cavo in fibra ottica:

FIBRA MULTIMODALE
Tipo di cavo
Lunghezza d'onda
Attenuazione massima
Lunghezza della larghezza di banda modale sovrariempita minima
Lunghezza della larghezza di banda modale effettiva minima
Fibra multimodale OM1 62,5/125 micron
850 nm 3,5 dB/km 200 MHz-km Non richiesto
1300 nm 1,5 dB/km 500 MHz-km Non richiesto
Fibra multimodale OM2 50/125 micron
850 nm 3,5 dB/km 500 MHz-km Non richiesto
1300 nm 1,5 dB/km 500 MHz-km Non richiesto
Fibra multimodale OM3 50/125 micron
850 nm 3,0 dB/km 1500 MHz-km 2000 MHz-km
1300 nm 1,5 dB/km 500 MHz-km Non richiesto
Fibra multimodale OM4 50/125 micron
850 nm 3,0 dB/km 3500 MHz-km 4700 MHz-km
1300 nm 1,5 dB/km 500 MHz-km Non richiesto
Fibra multimodale OM5 50/125 micron
850 nm 3,0 dB/km 3500 MHz-km 4700 MHz-km
953 nm 2,3 dB/km 1850 MHz-km 2470 MHz-km
1300 nm 1,5 dB/km 500 MHz-km Non richiesto
FIBRA MONOMODALE
Tipo di cavo
Lunghezza d'onda
Attenuazione massima
Lunghezza della larghezza di banda modale sovrariempita minima
Lunghezza della larghezza di banda modale effettiva minima
Monomodale
interno-esterno
1310 nm 0,5 dB/km N/A N/A
1383 nm 0,5 dB/km N/A N/A
1550 nm 0,5 dB/km N/A N/A
Monomodale
impianto interno
1310 nm 1,0 dB/km N/A N/A
1383 nm 1,0 dB/km N/A N/A
1550 nm 1,0 dB/km N/A N/A
Monomodale
impianto esterno
1310 nm 0,4 dB/km N/A N/A
1383 nm 0,4 dB/km N/A N/A
1550 nm 0,4 dB/km N/A N/A

Vuoi saperne di più?
Scarica il nostro White Paper su
Tecnologia delle fibre ottiche - Principi e vantaggi

Scarica il nostro white paper "Tecnologia delle fibre ottiche" e scopri di più su:

  • Costruzione di un cavo a fibre ottiche
  • Caratteristiche e principi delle fibre ottiche
  • Standard Ethernet
  • Cavi a fibre ottiche di diversi tipi
  • Vantaggi derivanti dall'uso delle fibre ottiche rispetto al rame
 
 
Share |